lunedì 25 aprile 2016

Frollini vegan al tè Matcha






A cura di Paola Laura Fabbri
Ingredienti:
250 gr. di farina, quella che preferite
80 gr. di zucchero, quello che preferite
140 gr. di burro vegetale freddo (burro di cacao, burrolì, margarine) oppure 80 gr. di olio evo messo a raffreddare per circa 20 minuti nel congelatore
2 cucchiaini di tè matcha
4 gr. di lievito per dolci vegan, io uso quello di finestra sul cielo

Setacciare la farina con lo zucchero, il lievito e il tè matcha Aggiungere il burro vegetale o l’olio e con la punta delle dita intridere la farina con il burro fino a formare grosse briciole. Impastare il tutto aggiungendo se necessario un paio di cucchiai di acqua fredda. Avvolgere  la pasta nella pellicola da cucina e farla riposare in frigorifero per un’ora. Stendere la pasta chiara in una sfoglia spessa 5 mm e con un taglia biscotti ritagliare le forme. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 20 minuti. Forno statico

Cheesecake vegan al tè Matcha




A cura di Paola Laura Fabbri Veg
Ingredienti
500 gr. di formaggio di yogurt (di soia) colato oppure “formaggio” vegan tipo Philadelphia
50 gr. di zucchero a velo, quello che preferite o succo d'agave
250 gr. di panna da montare vegan
vaniglia (facoltativa)
1/ 4 di cucchiaino di agar agar
250 g di biscotti secchi vegan (tipo digestive) tritati finemente
100 g di burro vegetale fuso
100 gr. di acqua
50 gr. di zucchero, quello che preferite
un cucchiaino e mezzo di tè Matcha
Preparazione della base di biscotto
Mescolare tutti gli ingredienti e versare il composto nello stampo cercando di livellarlo bene. Far raffreddare in frigorifero.

 Preparare la crema
Con una frusta mescolare il formaggio di yogurt colato con lo zucchero e il tè matcha. Montare la panna. Setacciare i 50 gr. di  zucchero con l’agar agar e portare ad ebollizione a fuoco basso, cuocere per tre minuti sempre a fuoco basso e mescolando continuamente. Aggiungere la miscela di agar agar al mix di formaggio, mescolare bene e unire la panna montata. Togliere dal frigo la base di biscotti, toglierla dalla carta da forno e trasferirla sul piatto di servizio mantenendola nel cerchio. Versare la crema e livellare il tutto. Far riposare in frigorifero per almeno tre ore. .


Per il formaggio di yogurt colato
un chilo di yogurt di soia naturale non dolcificato
un pizzico, solo un pizzico di sale
zest di un limone.
Mettere in un telo possibilmente di lino lo yogurt e farlo colare per 24 ore. In una ciotola mescolare il formaggio ottenuto con il pizzico di sale e lo zest di limone finemente tritato.

Torta vegan al tè verde Matcha (Matcha cake)





A cura di Paola Laura Fabbri

Ricetta base
Ingredienti per uno stampo da 18-20 cm. di diametro
200 gr. di farina , quella che preferite
50 gr. di fecola di patate
un cucchiaino e mezza, al massimo due per un totale di 8 grammi di tè Matcha
140 gr. di zucchero di canna integrale
60 gr. di olio di semi oppure olio evo
230 gr. di latte vegetale
5 gr. di aceto di mele, aiuta la lievitazione
mezza bustina di lievito per dolci vegan, io uso quello di finestra sul cielo
vaniglia (facoltativa)
Mescolare gli ingredienti secchi e setacciarli, in una ciotola miscelare il latte e l'olio, e l’aceto di mele. Aggiungere il composto al mix di farine e zucchero e mescolare con una frusta fino ad ottenere un composto liscio, senza grumi.
Versare l'impasto  nello stampo precedentemente imburrato e infarinato o rivestito di carta da forno e cuocere in forno preriscaldato a 175°C  per 45 minuti circa (dipende dal forno) controllare la cottura con uno stecchino, deve risultare asciutto.
Ingredienti per la farcitura:
Per la crema al formaggio:
250 gr. circa di formaggio di yogurt colato (per ottenere 500 grammi occorre un chilo di yogurt).
oppure 250 gr. di “formaggio” vegetale tipo Philadelphia.
100 gr. di burro vegetale
100 gr di zucchero a veloun cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
due cucchiai di scorza di limone tagliata a listarelle, avendo cura di prelevare solo la parte gialla per evitare l’effetto amaro.
100 gr. di panna da montare vegetale. Io uso, Professional Cream, Leha oppure Idee di soia
La sera prima mettere lo yogurt in un telo e farlo colare per tutta la notte. Il risultato sarà una crema compatta, tipo Philadelphia. Lavorare il burro con lo zucchero a velo fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungere il “formaggio” ottenuto con lo yogurt e lo zenzero. Amalgamare il tutto e passare io composto ottenuto al setaccio (per rendere la crema più fine ed eliminare gli eventuali piccoli grumi rimasti). Montare la panna e con una frusta aggiungerla un po’ alla volta alla crema di formaggio, a questo punto aggiungere anche le listarelle di scorza di limone

Tagliare la torta in due dischi spessi un paio di centimetri, non di più e farcire con la crema. decorare a piacere.

mercoledì 13 aprile 2016

Panna cotta vegan al basilico con salsa alla menta





A cura di Paola Laura Fabbri
500 gr. di panna vegetale
1/2 cucchiaino per caffè di agar agar
80 gr. di zucchero, quello che preferite
20 foglie di basilico (tritate)

Setacciare lo zucchero con l’agar agar, aggiungere la panna , avendo cura di non formare grumi. Portare ad ebollizione a fuoco lento mescolando continuamente. e poi cuocere per tre minuti sempre mescolando e a fuoco basso. Togliere dal fuoco, aggiungere il basilico tritato lasciar intiepidire, mescolando. Versare in stampi individuali. Far raffreddare in frigorifero. 
Sformare e servire con salse a piacere. 
Per la salsa alla menta:
250 gr. di acqua
60 gr. di zucchero, quello che preferite
5-6 gocce di olio essenziale di menta piperita, io uso questi http://www.natsabe.it/prodotti/primavera/olio-essenziale---menta-piperita-bio---10ml.asp?ID=8019359000762&L=IT facilmente reperibili nelle Biobotteghe e Naturasì
50 gr. di amido di mais
Setacciare l’amido di mais con lo zucchero, aggiungere l’acqua e portare a ebollizione. Cuocere per un paio di minuti mescolando continuamente.  Togliere dal fuoco e far intiepidire. Aggiungere una alla volta le gocce di menta, assaggiando prima di aggiungere la goccia successiva. Se diventa troppo forte copre tutti i sapori.


venerdì 8 aprile 2016

Pasticcini da tè vegan al cocco Con panna di cocco di Isolabio





A cura di Paola Laura Fabbri
Piccoli bocconcini di cocco, da servire con  il tè (soprattutto quello alla rosa) o la cioccolata in tazza in inverno. croccanti fuori e morbidi all’interno.
Ingredienti per circa 40 pezzi
250 gr. di cocco rapè (quello disidratato)
120 gr. di zucchero, quello che preferite
50 gr. di farina, quella che preferite
30 gr. di olio di mais
8 gr. di lievito per dolci vegan, io uso quello di finestra sul cielo
140 gr. di Cuisnine cocco di Isolabio (panna di cocco)
Zucchero a velo, quello che preferite per lo spolvero finale.
Setacciare il cocco disidratato, con lo zucchero la farina e il lievito, aggiungere l’olio e la panna di cocco. Impastare fino ad ottenere un composto omogeneo. Inumidire le mani e formare delle piccola sfere da 15 grammi l’una. Posizionarle su una teglia rivestita di carta da forno e cuocere in forno preriscaldato a 170° C per 20 minuti. Far raffreddare e cospargere con lo zucchero a velo. Unendone due, tipo bacio con un cucchiaino di confettura di rose, si ottiene un delicato pasticcino


domenica 3 aprile 2016

“Formaggio” tipo Philadelphia vegan





“Formaggio” tipo Philadelphia vegan
A cura di Paola Laura Fabbri
Ingredienti:
1 chilo di yogurt di soia naturale
200 gr. di panna vegetale da cucina
sale, l'originale è salato
scorza grattugiata di un limone.
Mettere in un telo possibilmente di lino lo yogurt e farlo colare per 24 ore. In una ciotola mescolare il formaggio ottenuto con il sale e lo zest di limone finemente tritato, aggiungere un poco alla volta la panna fino a ottenere una consistenza cremosa

Caramello, salse, creme e topping vegan

Crema al caramello

Salsa al caramello salato

Salsa al caramello salato

Topping al caramello morbido

Topping al caramello morbido





 Crema al caramello per farciture varie
A cura di Paola Laura Fabbri

Ingredienti per il caramello da preparare il giorno prima
400 gr. di zucchero di canna
400 gr. di panna vegetale  io uso Professional Cream, Leha, Idee di soia ma va bene qualsiasi panna vegetale anche da cucina
100 gr. di burro vegetale (burro di cacao, burrolì, margarina)
Portare ad ebollizione la panna
Riscaldare, leggermente una bastardella di rame o in una pentola dal fondo spesso, poi incominciare a versare lo zucchero in piccole quantità, muovendolo ogni tanto con un cucchiaio di legno ma senza sbattere, altrimenti si cristallizza man mano che si scioglie, aggiungerne altro, aumentando la quantità in proporzione allo zucchero già sciolto
Fuori dal fuoco, amalgamare la panna bollente al caramello, un poco alla volta facendo molta attenzione in quanto la temperatura del caramello dovrebbe essere intorno ai 140°C mentre quella degli altri liquidi (acqua o latte) sarà a 100°C pertanto si creeranno degli schizzi;  quindi il burro vegetale a pezzetti mescolando bene con una spatola di gomma o con un cucchiaio di legno. All’inizio il composto potrebbe separarsi, non preoccupatevi: sbattendo ancora ritornerà omogeneo. Lasciar riposare la crema tutta la notte in frigorifero.

Salsa al caramello salato
A cura di Paola Laura Fabbri.
Il caramello salato si sposa molto bene con il cioccolato e con la panna cotta. Adatto per farciture o decorazioni sia per preparazioni dolci sia salate.
Ingredienti:
200 gr. di zucchero, quello che preferite
200 gr. di panna vegetale da cucina, non è necessario usare quella da montare.
80 gr. di burro vegetale, preferibilmente burro di cacao (burrolì, margarine)
5 gr. (un cucchiaino) di fior di sale, l’ideale sarebbe quello rosa dell’Himalaya
Portare ad ebollizione la panna.
Riscaldare, leggermente una bastardella di rame o in una pentola dal fondo spesso, poi incominciare a versare lo zucchero in piccole quantità, muovendolo ogni tanto con un cucchiaio di legno ma senza sbattere, altrimenti si cristallizza man mano che si scioglie, aggiungerne altro, aumentando la quantità in proporzione allo zucchero già sciolto
Fuori dal fuoco, amalgamare la panna bollente al caramello, un poco alla volta facendo molta attenzione in quanto la temperatura del caramello dovrebbe essere intorno ai 140°C mentre quella degli altri liquidi (acqua o latte) sarà a 100°C pertanto si creeranno degli schizzi; quindi il burro vegetale a pezzetti e il sale mescolando bene con una spatola di gomma o con un cucchiaio di legno. All’inizio il composto potrebbe separarsi, non preoccupatevi: sbattendo ancora ritornerà omogeneo. Lasciar riposare la crema tutta la notte in frigorifero. Si può usare anche subito.
Topping al caramello
A cura di Paola Laura Fabbri
Ingredienti:
200 gr. di zucchero, quello che preferite
80 gr. di acqua o bevanda vegetale, io lo faccio con latte di soia neutro, con l’acqua non mi fa impazzire
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia oppure i semi contenuti in mezzo baccello di vaniglia, sarebbe preferibile evitare gli aromi finti tipo fialette Cameo ecc…
Portare ad ebollizione il latte vegetale o l’acqua.
Riscaldare, leggermente una bastardella di rame o in una pentola dal fondo spesso, poi incominciare a versare lo zucchero in piccole quantità, muovendolo ogni tanto con un cucchiaio di legno ma senza sbattere, altrimenti si cristallizza, man mano che si scioglie, aggiungerne altro, aumentando la quantità in proporzione allo zucchero già sciolto
Fuori dal fuoco, amalgamare il latte o l’acqua bollente al caramello un poco alla volta facendo molta attenzione in quanto la temperatura del caramello dovrebbe essere intorno ai 140°C mentre quella degli altri liquidi (acqua o latte) sarà a 100°C pertanto si creeranno degli schizzi;  mescolando bene con una spatola di gomma o con un cucchiaio di legno. All’inizio il composto potrebbe separarsi, non preoccupatevi: sbattendo ancora ritornerà omogeneo, a questo punto aggiungere la vaniglia.